Edizione Cartacea

Gangemi editore

300 pagine, 25 Euro

ISBN13: 9788849223897 978-88-492-2389-7



I diritti d'autore sono interamente devoluti per lo sviluppo di programmi di telemedicina in Africa Sub.Sahariana

 

Il libro è disponibile anche su
Feltrinelli, sconto 15%, (21,25 Euro) se non disponibile ordinabile in 5 giorni
Ibs.it, sconto del 10% (22,50 Euro) spese di spedizione incluse 
Amazon Sconto del 15% (21,25 EURO)  IN SPEDIZIONE

 

Formato e-book

Edizioni Io scrittore

400 pagine, 2,99 Euro

ISBN13: 9788849223897 978-88-492-2389-7



Finalista del premio letterario GeMS "Gruppo Editoriale Mauri Spagnol" 2011

Acquista on line (ePub o Pdf)

acquista on line KIndle

 

Non è il solito romanzo sul duro lavoro di un medico in missione ma qualcosa di più. È un racconto scritto in prima persona che ripercorre i passi compiuti da uno dei protagonisti che ha realizzato con tenacia e perseveranza uno dei più importanti programmi di cura per combattere l’Aids in Africa. L’originalità di questo angiologo romano è nel raccontare un’Africa concreta, reale, con il suo fascino e la sua miseria, usando uno stile leggero e sempre con una vena ironica che rende la lettura estremamente piacevole, scorrevole, divertente, mai banale.
È un diario di viaggio che inizia in Mozambico, attraversa la Tanzania e termina in Africania, paese simbolico e concreto insieme, specchio di un’Africa dalle tante contraddizioni. Con l’autore siamo condotti dalle grandi capitali africane a villaggi
lontani, tutt’oggi sconosciuti perfino a “Google Earth” che divengono per noi luoghi straordinariamente familiari. Il libro di Bartolo è l’emblema di quello che può fare una persona normale quando è animato da un disegno umanitario. Un uomo pigro, capace di mangiare solo frutta perché non ha voglia di mettersi a cucinare ma che allo stesso tempo, insieme ad un pugno di suoi amici, ridona un
futuro a migliaia di persone. L’autore, riga dopo riga, accumula fallimenti, dinieghi, dietrofront e talvolta rimane – e noi suoi lettori con lui – intrappolato in una tela vertiginosa di pastoie burocratiche. Eppure, proprio imparando a superare le “inutilità” di alcune richieste della burocrazia locale, si renderà sempre più utile e i risultati saranno sorprendenti: migliaia di uomini, donne, bambini che risorgono alla vita e che testimoniano che l’Aids non è più una condanna.
L’esperienza di Michelangelo Bartolo interroga, appassiona, diverte, affascina ed arriva dritta fino al nostro cuore e alle nostre coscienze.

            MICHELANGELO BARTOLO

             FINALISTA CON L'OPERA

                  "LA NOSTRA AFRICA"

        AL PREMIO INTERNAZIONALE

        MICHELANGELO BUONARROTI

       " SERAVEZZA"  3.a EDIZIONE

 

                   18 NOVEMBRE 2017                       

                       

La nostra Africa. Cronache di viaggio di un medico euroafricano.  Di Michelangelo Bartolo