Riconoscimenti Letterari

Premio di Poesia e Narrativa

          "Cinque Terre-Golfo dei Poeti"                                   "Sirio Guerrieri"

    Terzo Premio Sez. Narrativa Edita 

                            2015

    Sognando L'Africa in Sol Maggiore

                               A  

             Michelangelo Bartolo

         Menzione Speciale

        Sezione opera edita

 

          " Gioia e le altre"

        Michelangelo Bartolo

Per l'impegno nel rivendicare dignità e rispetto nei confronti della terza età.

 

S.Marco dei Cavoti 9 aprile 2016

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Premio Speciale Dei Circoli Culturali

Il Porticciolo

25 Settembre 2016

Sognando L'Africa in Sol Maggiore

A

Michelangelo Bartolo

MENZIONE D'ONORE 

A

 MICHELANGELO BARTOLO

Come riconoscimento per il particolare valore artistico riscontrato per l'opera 

"SOGNANDO L'AFRICA

IN SOL MAGGIORE"

24 settembre 2017

Presentata al

Premio Internazionale 

Montefiore VII Edizione

              MICHELANGELO BARTOLO

              FINALISTA CON L'OPERA

                    " LA NOSTRA AFRICA"

      

             AL PREMIO LETTERARIO                                        INTERNAZIONALE

        MICHELANGELO BUONARROTI

            "SERAVEZZA" 3.a EDIZIONE

                  18 NOVEMBRE 2017

                             

Premio "Vinceremo le malattie gravi"

Premio "Vinceremo le malattie gravi"

14 - 1.jpg

14 - 1.jpg

Premio Città di Parole

Premio Città di Parole

Premio Città di Parole

Premio Città di Parole

 

CONCORSO “MARIO SOLDATI” 2014

SEZIONE B – NARRATIVA   Torino - novembre 2014

 

PRIMO CLASSIFICATO 

Sognando l’Africa in sol maggiore

                                                                                              2014, Gangemi editore

MOTIVAZIONE DEL PREMIO

Un sogno, un continente, una musica: è ciò che il lettore trova, annunciato dal titolo, nel nuovo libro di Michelangelo Bartolo di cui scopriamo, accanto all’impegno intenso di medico e di scrittore, l’interesse e la competenza del musicista: “C’è chi ha una donna in ogni città e chi, come me, ha una chitarra in ogni città. Lo so, non è la stessa cosa; molto meglio la chitarra, sicuramente meno impegnativa”. E l’ultimo bel capitolo si chiude con una frase che rieccheggia il titolo: Sì, l’Africa va vissuta in sol maggiore, perché, confida Federico, il protagonista del romanzo e alter ego dell’autore, in sol maggiore le vibrazioni sono gioiose e a chi è stanco danno nuova energia. Di energia non manca certo Michelangelo Bartolo, medico, angiologo, direttore del reparto di Telemedicina dell’Ospedale San Giovanni di Roma e protagonista di ripetute missioni in Africa, a proposito delle quali citiamo le sue stesse parole: “Sono ormai passati più di dieci anni dalla mia prima missione in Africa. Ero partito per il Mozambico solo per dare un episodico aiuto alla realizzazione di DREAM e […] nonostante i propositi contrari e tutte le precauzioni adoperate, anch’io sono stato colpito dal mal d’Africa, che, come la malaria e l’AIDS, non ha ancora un vaccino. E così […] ho già consumato tre passaporti e collezionato punti miglia […] fino a raggiungere la gold della Sky Team”. Il tono è ironico, e con una costante leggera ironia vengono raccontate le imprese del protagonista impegnato nella sua lotta contro la malattia, l’ignoranza e la superstizione, sostenuto da una fiducia non cieca, ma salda, in uomini, e soprattutto donne, che desiderano non solo salvarsi, ma imparare ad aiutare altri a combattere per vivere e dare vita a chi viene dato per perso ed è tentato di abbandonare la lotta.

“Sognando l’Africa” è diviso in tre parti, Tanzania, Kenia, Africania, i luoghi in cui si svolge l’azione ora coronata dal successo, ora con esiti insoddisfacenti; e allora, ci vorrà altro impegno e molta pazienza, ma in certe circostanze si capisce bene perché la pazienza sia una virtù. L’autore scrive con elegante naturalezza, alieno da generalizzazioni e da ogni ricerca di effetti, estraneo a qualsiasi tipo di cliché, animato da una non esibita simpatia per chi soffre e da una tagliente vena polemica nei confronti di chi, ignorando l’uomo, si trincera, in buona o mala fede non importa, dietro a norme e scratoffie; o di chi accetta per inerzia o vigiaccheria gli inganni o il fanatismo o una pedanteria saccente di comodo. C’è il gusto del racconto avventuroso, della comicità di alcune situazioni, delle debolezze e delle piccole manie del protagonista: colorite e nella sostanza desolate le pagine sul “profeta”, un imbonitore che attira una multicolore folla di persone di ogni tipo; indimenticabili molte figure come padre Franco tra i suoi ragazzi, o come Pacem Kawonga, paziente in cura e coordinatrice di un centro DREAM del Malawi e scrittrice; divertenti gli intermezzi avventurosi di un fallito rapimento notturno, della battaglia con la zanzara, della ricerca del trolley all’aeroporto. Sono divagazioni che non oscurano la serietà del tema di fondo con cui si intrecciano con ammirevole sapienza, come avviene solo nelle opere degli scrittori nella cui arte si sente pulsare la vita.

PREMIO INTERNAZIONALE DI POESIA E NARRATIVA "VAL DI VARA" 2014

 

Sez.Libro Edito di Narrativa

         FINALISTA          15 marzo 2015

Sognando L'Africa in Sol Maggiore

 

 

                   NERO SU BIANCO

                   Premio Letterario

 

         MINO DE BLASIO IV edizione 

      Terzo classificato - sezione opera edita

 

        Sognando L'Africa in Sol Maggiore

            MICHELANGELO BARTOLO

 

  

 

L'Africa e i suoi colori, la sua gente e i suoi drammi, le sue speranze e le sue contraddizioni sono i compagni di viaggio dell'autore, inpareggiabile medico filantropo, ma con pari merito scrittore eclettico e appassionante. Con uno stile leggero e drammatico al tempo stesso, l'autore racconta la sua esperienza di vita e di medico in Africa, appassionatamente animato dall'intento di salvare le vite di un continente ferito attraverso il programma DREAM. Una testimonianza importante, che si stempera nella gioiosa melodia del Sol maggiore, alla ricerca di nuove energie per continuare a sperare e a dare speranza.

LA COMMISSIONE ESAMINATRICE E GIUDICATRICE DI 

"NERO SU BIANCO - PREMIO LETTERARIO MINO DE BLASIO"

CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESIA E LETTERATURA

                        "LA BIGLIA VERDE 2015"

PREMIO ASSOLUTO LA BIGLIA VERDE

"Sognando L'Africa in Sol Maggiore"

 

         MICHELANGELO BARTOLO

Premio Letterario Internazionale Pegasus Cattolica World Literary Prize 2015

La giuria del Premio Letterario Internazionale Città di Cattolica al termine delle valutazioni delle opere pervenute ha deliberato di assegnare alla S.V. una 

             "MENTION D'HONNEUR" per l'opera la                                "LA NOSTRA AFRICA"

Premio Letterario

Santa Margherita Ligure

Sezione " A tema libero"

Libro edito di narrativa:

 Premio a Michelangelo Bartolo

Sognando L'Africa in Sol Maggiore

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

25 ottobre 2015

Concorso "Città di Parole" III edizione

Firenze 26 ottobre 2014

1° classificato

 

 

 

Premio letterario Nazionale e Internazionale

"Vinceremo le malattie gravi"

Milano 12 ottobre 2014  -  Premio Speciale della giuria

Motivazione del premio:  L'autore e' un medico di frontiera, un angiologo, in prima linea in missioni umanitarie in Africa in collaborazione con la Comunità di Sant'Egidio, per la prevenzione e la cura delle piu' diffuse malattie del continente, a cominciare dall'Aids. Con alcuni colleghi che si alternano al suo fianco in questa vita sempre con la valigia pronta,su e giù da aerei e mai nello stesso posto per piu' di di un paio di settimane, questo dottore presenta con una prosa veloce, accattivante,una galleria di luoghi, personaggi e situazioni, alternando passaggi addirittura comici ad altri estremamente gravi e malinconici. Tra le righe emerge tuttavia sempre la speranza che il futuro e il progresso scientifico possano schiudere orizzonti migliori al continente africano e ai suoi abitanti: ne sono una prova tangibile i tanti centri legati al progetto Dream che l'autore promuove e diffonde allo scopo di curare gli ammalati, fare prevenzione,migliorare la qualita' della vita e diffondere  cultura presso popolazioni ancora preda di superstizioni e riti tribali. Il libro descrive senza retorica e senza luoghi comuni il senso di tante vite virtuose spese in nome di un sogno grande, come quello di restituire sogni, speranza e dignita' a uomini, donne e bambini vittime di poverta' e malattie, e induce a riflettere sulle tante forme di egoismo, spreco e indifferenza e sulle precise responsabilita' che in questo senso  l'occidente ricco e benestante ha nei riguardi del continente africano. A volte la fatica morale di proseguire nel progetto umanitario si fa sentire non senza dubbi e amarezze. Il riferimento al sol maggiore del titolo, e' alla passione che il medico e autore di questo libro ha per la chitarra,sua compagna inseparabile durante le missioni all'estero. Con il suo spirito positivo e indomabile,egli dice che per affrontare l'Africa, la sua bellezza e le sue infinite difficolta' e contraddizioni, l'accordo giusto e' proprio quello di sol maggiore, limpido, vibrante e gioioso. Per modalita' narrative, originalita' e agilita' della prosa, oltre che per valori promossi e riflessioni stimolate, questo libro merita una valutazione decisamente positiva.

 

 

Premio Internazionale Capalbio 2014

Capalbio (GR) Sabato 6 settembre 2014

sez. impegno umanitario e sociale

 

 

 

 

 

IX premio letterario Nazionale Iplac 

Abano Terme 7 giugno 2014  -  Premio Speciale della giuria

Sezione E1 - Racconto Breve . Opera "Le giuro: era morto" 

Motivazione: La vicenda di un medico di guardia di fronte ad un paziente apparentemenet deceduto: I parametri vitali tornano nella norma e e i parenti e gli infermieri vedono togliere il paravento che isola la vita dalla morte. Senso di ironia, stilettate narrative e capacità di rendere il proprio universo un territorio comprensibile e condivisibile.: Testo velato da umorismo che coinvolge.

 

 

 

Il Litorale Premio Nazionale di Poesia e di Narrativa

XVI edizione 2014

 

Premiazione presso Massa (MS)

Domenica 4 maggio 2014

 

 

 

 

Trofeo "Penna d'autore"

 

6°  classificato

premio assegnato dalla Giuria della XX edizione del Premio Letterario Internazionale «Trofeo Penna d’Autore»

 

 

 

 

 

 

 

 

Premio nazionale "Albero Andronico"

 

 

 

Premiazione presso la Sala Protomoteca del Campidoglio

Venerdì 14 marzo 2014 ore 16

 

 

 

 

 

 

 

 

Premio Internazionale di Poesia e Letteratura Città di Borgetto

 

Premio Medaglia Comune di Borgetto - sezione narrativa

 

Premiazione presso il teatro del Monastero dei Padri Passionisti di Borgetto (PA)

Sabato 14 dicembre 2013 ore 09.30

 

 

 

 

 

 

XXVII Edizione Premio di poesia e narrativa Val di Magra "Roberto Micheloni"

4° classificato

 

Premiazione a Podenzana (MS)

Domenica 1 Dicembre 2013 ore 15.30

 

 

 

 

Riconoscimento da parte dell' Associazione Culturale "Santa Barbara nel mondo"

 

"per il romanzo "La nostra Africa" che ripercorre il suo impegno profuso per combattere l'Aids in Africa con il progetto DREAM della Comunità di Sant’Egidio che ha permesso la nascita di 22.500 bambini sani da madre Hiv positiva e la cura di 225.000 persone"

 

 

Domenica 24 novembre 2013

Basilica Santa Maria in Ara Coeli Campidoglio - Roma ore 16

 

 

 

 

 

 

La giuria del Concorso  Letterario  Internazionale "Locanda del Doge 2013 - assegna il Premio "Danilo Masiero"  a "La nostra Africa"

Motivazioni del premio: Romanzo scritto in prima persoma da un medico che non è solo un angiologo romano ma è anche un uomo straordinario dotato di eccezionali doti umanitarie. E' il racconto di un Africa vera, reale. Un diario di viaggio che percorre il Mozambico , la Tanzania e si conclude in Africania. Con stile fluido, venato d'ironia l'autore ci regala la sua testimonianza. Grazie al suo impegno e alla sua passione migliaia di donne, bambini, uomini sono risorti alla vita dimostrando che l'Aids può essere sconfitto. Come ha sottolineato Roberto Gervaso questo "non è solo un libro da leggere: è anche un libro da vivere" Angioletta Masiero 

Domenica 27 ottobre, Vescovado di Rovigo, ore 11

 

 

 

2° classificato al premio letterario "Vinceremo le malattie Gravi"

 

premiazione presso l’Auditorio della Scuola Civica Di Musica Classica “Gaetano Donizetti”

Piazza Oldrini 120 a Sesto San Giovanni (Milano)

domenica 6 ottobre 2013 alle ore 15.30

 

Motivazioni del premio: a cura della prof.ssa Laura Bissoli 

Il taglio dell'opera è decisamente giornalistico, vivace e accattivante, con il frequente ricorso alla salvifica ironia. Notevoli per la loro freschezza le descrizioni dei personaggi e delle situazioni in cui si muove il protagonista. Rimane sullo sfondo, coime una sinfonia contrastante, il grande amore per questo continente pieno di contraddizioni e il senso di sconfitta dell'uomo  e del medico che non riesce a vincere tutte le sue battaglie, pur continuando a combattere strenuamente ogni giorno, ogni momento

 

 

Finalista premio letterario Zeno

Romanzo finalista LA NOSTRA AFRICA 

 

Premiazione presso l'aula delle lauree 

4 ottobre 2013, università di Salerno 

 

 

 

 

Premio Speciale della Giuria

per la Sezione 'Romanzi' al Premio

Franz Kafka Italia ® - III Edizione 2013. 

celebrazione del Premio al Kulturni Center Lojze Bratuž, Gorizia, Viale XX Settembre n. 85.

19 ottobre, ore 17,30 - Gorizia

Motivazioni del premio della professoressa Rita Mascialino

IL Romanzo riferisce l'esperienza dell'Autore , medi in Africa, relativamente alla realizzazione di un programma di trattamento dell'Aids e di istituzione di centri nutrizionale, oltre che relativamente a varia tipologia di malattie. IN uno studio fluido e veloce nonchè in ampia misura visivo, molto efficace nella rappresentazione dei fatti, ed in dialoghi molto realisti e snelli l'Autore dà un quadro dell'Africa a chi non l'ha mai visitati. La descrizione degli eventiè sempre accompagnata dal flitro della riflessione della riflessione dell'Autore, così che fatti pur così lontani per le distanze e per usi e costumi delle persone acquisiscono massima chiarezza e concretezza. Notevole attenzione è posta ai dettagli più minuti, anch'essi sempre inseriti in una visione d'insieme che li spiega e chiarifica. UN libro che rende l'esperienza di un medico in Africa un buon tema di riflessione per la nostra civiltà occidentale tanto diversa e spesso senza interesse per le popolazioni più fortunate.

 

 

Finalista premio letterario "Leggi in Salute" Angelo Zanibelli

Presidente della Giuria: Gianni Letta

Membri della GIuria: Beatrice Lorenzin, Bianconi Laura;  Conte Luigi;

Di Mare Franco; Frey Marco; Giordano Pietro; Grassi Gero;

Marino Ignazio; Melazzini Mario; Messina Roberto;  

Milillo Giacomo; Napoletano Roberto; Susta Gianluca;  

Zanibelli Andrea

Testimonial per LA NOSTRA AFRICA: Roberto Gervaso

Cerimonia finale presso l'Ambasciata Francesce, Pz. Farnese, Roma

Martedì 8 ottobre, 2013

Modera la serata Antonio Polito

 

 

Finalista del premio il Giovane Holden 2013

quarto classificato 

 

 Lucca 14 settembre 2013, Palazzo Ducale 

 

 

 

 

 

1° Classificato al premio nazionale  Scrivirimini 2013

Cerimonia di premiazione il 28 luglio 2013 con

Massimo Giletti,

Rosanna Cancellieri

e la partecipazione di Catena Fiorello. 

 

Sebastiano Somma legge dei brani selezionati da "La nostra Africa" 

 

Ha ritirato il premio Giorgio Scaffidi 

 

Il premio è devoluto per la realizzazione di programmi di telemedicina per l'Africa

 

 

 

 

 

Premio Letterario "Scriviamo insieme"  2012

 
Segnalazione Speciale della Giuria con Menzione di Merito e Medaglia
Ministro Lorenzin

Ministro Lorenzin

La giuria con Gianni Letta

La giuria con Gianni Letta

presenta Antonio Polito

presenta Antonio Polito

video di R. Gervaso

video di R. Gervaso

premiazione con la prof.ssa Mascialino

attestato

attestato

Premiazione AraCoeli

Premiazione AraCoeli

Premiazione al Campidoglio

Premiazione al Campidoglio

 

Premio Letterario Internazionale Città Cattolica 5° edizione - 2013 

2° Classificato
La Nostra Africa

 

Associazione culturale
Carta e Penna
Concorso degli Assi
5° edizione - 2013 

1° Classificato
La Nostra Africa
Premio Narrativa Italiana Concorso
"Mario Soldati" 2012

1° Classificato

 

Finalista Concorso Letterario GeMS 2011
Gruppo Editoriale Mauri Spagnol 

Riconoscimenti non legati a premi letterari 

Pachino (Sr)
6 aprile 2013
Targa in occasione dell'evento
"La nostra Africa" 
Riconoscimento letterario Congresso Lunid
Scanno, Settembre 2012 

La nostra Africa. Cronache di viaggio di un medico euroafricano.  Di Michelangelo Bartolo 

Premio Città di Parole